Banner
 
 
 
 
Lingua
 
 
 
ultimo
aggiornamento

24 Febbraio 2007

Totali

Visite
Pagine

Oggi

Visite
Pagine

Online

 

Uomini meno noiosi se usano capi femminili dice Giorgio Armanil

Corriere della Sera
01 Ottobre 2003

La frase viene buttata lì, in stile casual , a margine della lunga dissertazione sulla filosofia della sfilata ma ha l'effetto di una bomba. Anche perché a farla esplodere non è un qualunque birichino della passerella ma uno dei massimi simboli del Made in Italy .

Secondo Giorgio Armani, l'unico vero modo per luomo di svecchiare il proprio frusto e noioso stile dabbigliamento è quello di rubare, con giudizio, qualche pezzo al guardaroba femminile. Coerente con la tesi, Giorgio arreda i tre ragazzoni che aprono la sfilata femminile con le stesse camicie-fantasia portate poi dalle modelle e confessa che volentieri avrebbe mandato in pedana i boys con le stesse scarpe delle girls . Sfortuna vuole che il backstage fosse sprovvisto di sandali con zeppe in plexiglass misura 46 pianta extra-larga: certamente si sarebbe aperta una nuova frontiera.

Abituati in genere a sfilate maschili con trasparenze e aderenze che trasformano anche il più macho degli indossatori nella più improbabile delle cocotte, verrebbe da chiedersi quale sia la novità.
La novità sta nel fatto che mai nessuno stilista, anche quelli propensi alluomo-bambola in pizzi e chiffon, aveva mai avuto prima dora il coraggio di invocare la par condicio . Perché se lei porta il gessato manageriale, lui non pu mettersi le calze a rete?
Mai dedito agli estremi e ben conscio dei rischi di ogni rivoluzione, Armani non ipotizza bruschi stravolgimenti con evidente rischio-macchietta, ma si limita ad auspicare e promuovere un gioioso rimescolamento di carte, con qualcosa per che vada al di là dell'anonimo unisex.

Restano da stabilire i paletti entro i quali muoversi, ma anche oltre i quali spaziare. Le scarpe con i tacchi, per esempio, sono già approdate, e senza scandalo, a Palazzo Chigi. Con una gonna a quadri in piazza Affari vi prenderebbero per un finanziere di Edimburgo. Bisogna osare quindi un po di più. Per esempio, se siamo in estate, ispirandoci alla vivace collezione marinaro-amalfitana applaudita nel pomeriggio.

Ma attenzione, perché questi sono capi, qui Armani insiste molto, che vanno valorizzati sculettando e ammiccando.


Tutti i marchi contenuti sono marchi registrati dai rispettivi proprietari.


Società